Mercoledi 13 12 2017 - Aggiornato alle 21:58

Il caso

Farm Cultural Park "Sette Cortili", l'arte e la legge

Double face
Da Valle del cemento a Valle dell'incanto

Com'è possibile che oggi Agrigento proietti di sé un'immagine coerente col suo patrimonio mentre solo fino a ieri sui media era l'esempio scandaloso dell'abusivismo edilizio? Qualcosa deve essere accaduto se oggi Agrigento può fregiarsi del titolo di più bel paesaggio italiano

di Gaetano Gucciardo - Fino a ieri sui media era l'esempio scandaloso dell'abusivismo edilizio...

Commenti ()

Viadotto Morandi
Pericolo reale o psicosi mediatica?

Commenti ()

Malasanità
Pronto soccorso nel caos! Ecco come stanno mettendo a rischio la salute dei cittadini

Il già esiguo organico ha perduto altri due medici riducendo a dieci, compreso il primario, quelli al momento in servizio. Il risultato è che funziona una sola sala visite. Incredibile è il fatto che ad originare tutto siano scelte scellerate dell’amministrazione dell’ospedale

di Michele Scimè - Il già esiguo organico ha perduto altri due medici riducendo a dieci, compreso il primario, quelli al momento in servizio. Il risultato è che funziona una sola sala visite. Incredibile è il fatto che ad originare tutto siano scelte scellerate dell’amministrazione dell’ospedale

Commenti ()

Democrazia partecipata
Giusto il sondaggio del Comune, ma che sia corretto e trasparente

Fa molto discutere l'iniziativa dell'amministrazione comunale di Agrigento, di sottoporre a un sondaggio popolare la destinazione delle somme derivanti dalla quota del 2% dei fondi trasferiti dalla Regione Siciliana. Una proposta al sindaco Firetto

Fa molto discutere l'iniziativa dell'amministrazione comunale di Agrigento, di sottoporre a un sondaggio popolare la destinazione delle somme derivanti dalla quota del 2% dei fondi trasferiti dalla Regione Siciliana.

Commenti ()

I contratti dei precari all'Asp
La faccia tosta di Salvatore Lucio

"Hanno falsificato quello che abbiamo fatto - ha dichiarato con arroganza Ficarra. - Spero che mi registrino e mi denuncino, perché questa trasmissione ha fatto sembrare che noi volevamo violare i diritti dei lavoratori quando abbiamo invece assunto e prorogato tutti a tempo determinato"

"Hanno falsificato quello che abbiamo fatto - ha dichiarato con arroganza Ficarra intervenendo a Punto Fermo, su Teleacras. - Spero che mi registrino e mi denuncino, perché questa trasmissione ha fatto sembrare che noi volevamo violare i diritti dei lavoratori quando abbiamo invece assunto e prorogato tutti a tempo determinato"

Commenti ()

Sagra del mandorlo in fiore, per il Distretto turistico è un grave errore cambiare data

Commenti ()

Al San Giovanni di Dio
Camici bianchi con la pistola alla tempia

Natale avvelenato per medici ed infermieri precari dell’Asp di Agrigento. Il rinnovo degli incarichi fino al 30 giugno 2017 deliberato dalla Giunta regionale ormai un mese fa è stato infatti subordinato dalla Direzione Generale alla firma di un documento di rinuncia a risarcimenti dovuti

di Michele Scimè - Sotto l'albero medici ed infermieri precari dell’Asp di Agrigento hanno trovato una sorpresa. Il rinnovo semestrale degli incarichi è stato infatti subordinato dalla Direzione Generale alla firma di un documento di rinuncia a risarcimenti dovuti

Commenti ()

Piazze Lena e San Giuseppe
Quel misterioso silenzio sui massi riflettenti

E' passato un anno ormai. Che quelle piazze non vadano proprio giù è un dato entrato a far parte del “sentir comune” agrigentino. Ma adesso la storia ha superato di gran lunga i giudizi estetici. Indaga la magistratura. I lavori risultano incompiuti. Il caso si tinge di giallo

di Debora Randisi - E' passato un anno ormai. Che quelle piazze non vadano proprio giù è un dato entrato a far parte del “sentir comune” agrigentino. Se ne stanno lì, le piazze, nella loro immensa solitudine e senza nessuna colpa, deserte e incomprensibili. Ma adesso la storia ha superato di gran lunga i giudizi estetici. Indaga la magistratura. I lavori risultano incompiuti. Il caso si tinge di giallo

Commenti ()

Un vero scandalo
Una brutta storia di diritti negati

Incredibilmente ancora irrisolta la questione che riguarda le insegnanti madri di figli disabili gravi, titolari fuori provincia, da dieci anni costrette a percorrere giornalmente centinaia di chilometri e che dovrebbero invece lavorare nel paese di residenza del proprio figlio disabile

Incredibilmente ancora irrisolta la questione che riguarda le insegnanti madri di figli disabili gravi, titolari fuori provincia, costrette a percorrere giornalmente centinaia di chilometri e che dovrebbero invece lavorare nel paese di residenza del figlio disabile. Lo sfogo delle due mamme in una lettera

Commenti ()

scrivi alla redazione